Lun - Sab: 09:00 - 19:00
medici@jenevi.it

Contrattura capsulare protesi mammarie
15
Nov

Contrattura capsulare protesi mammarie

Contrattura capsulare protesi mammarie – di cosa si tratta?

La Contrattura capsulare è una complicanza dell’intervento chirurgico di protesi mammarie.

Questa complicanza riguarda sia la mastoplastica additiva che la mastopessi (lifting del seno).

In quanto complicanza è definita come evento previsto e prevedibile che si verifica in una certa percentuale di pazienti.

Inoltre è conosciuta ed accettata dalla paziente attraverso la sottoscrizione di un valido consenso informato.

Ciò significa che l’evento Contrattura capsulare non è ulteriormente evitabile dalla buona pratica medica.

Infatti si verifica poiché quella specifica paziente è suscettibile a svilupparla.

La capsula peri-protesica è un evento fisiologico.

Infatti la finalità biologica della capsula è quella di proteggere l’organismo dal contatto con il materiale protesico.

La capsula isola la protesi mammaria dal contatto con l’esterno e quindi da potenziali contaminazioni batteriche.

Mentre la contrattura capsulare rappresenta la risposta patologica e fibrotica del tessuto.

Quindi la capsula degenera in una crescita patologica, si ispessisce e spesso si indurisce, talvolta deformando il seno.

E ciò crea alla paziente non solo un difetto estetico (deformazione) ma anche dolore.

La contrattura capsulare è un evento che si produce nel tempo.

Purtroppo  nessuno può stabilire se la capsula evolverà in senso fisiologico oppure se diventerà patologica.

Però ci sono dei fattori che possono favorire l’evoluzione patologica della capsula.

Infatti tra essi ricordiamo l’infezione subclinica, l’ematoma ed il sieroma.

Questi favoriscono infiammazione cronica e quindi possono evolvere in fibrosi.

La presenza della capsula può deformare il seno ed esitare in asimmetria di volume e di forma delle mammelle.

Abbiamo un sistema di classificazione della Contrattura capsulare basato su criteri clinici.

Questo sistema è stato elaborato dal dott. Backer e prevede 4 gradi patologico-evolutivi.

Il primo e il secondo grado sono considerati fisiologici e non necessitano di alcun trattamento.

Viceversa il terzo ed il quarto grado necessitano di intervento chirurgico correttivo.

Per maggiori informazioni contatta il prof. Antonino Araco, ricercatore scientifico sul tema, al n. 067012470.

Contrattura capsulare protesi mammarie

Contrattura capsulare protesi mammarie

Contrattura capsulare protesi mammarie

 

 

Summary
Review Date
Reviewed Item
Contrattura capsulare protesi mammarie
Author Rating
51star1star1star1star1star
Back To Top